La contraffazione non si ferma. Pubblicati due nuovi rapporti EUIPO.

La contraffazione non si ferma. Pubblicati due nuovi rapporti EUIPO.

https://uibm.mise.gov.it/index.php/it/relazione-2020-sullo-stato-delle-violazioni-dei-dpi-l-importanza-dei-dpi-le-violazioni-dei-dpi-e-la-lotta-alla-contraffazione-e-alla-pirateria

Esce oggi un nuovo rapporto 2020 STATUS REPORT ON IPR INFRINGEMENTWhy IP Rights are important, IPR infringement, and the fight against counterfeiting and piracy , a cura di EUIPO,  che racchiude le principali evidenze  e  implicazioni della contraffazione in Europa,  emerse dai più recenti studi EUIPO, OCSE ed Europol, offrendo una interessante visione d’insieme sul ruolo fondamentale degli IPR e sulla pericolosità della contraffazione nel contesto socio-economico dell’UE..

I dati  confermano l’entità e la crescita della contraffazione negli ultimi anni: nel  solo settore dei cosmetici le mancate vendite sono aumentate di oltre 2,5 miliardi di EUR a livello UE, raggiungendo in Italia il valore complessivo annuo di 935 milioni, pari al 11,9% delle vendite nel settore.

Al di là dei numeri,  e dell’evidenza del forte  impatto sul sistema economico-fiscale dell’UE, il rapporto offre una panoramica a 360 gradi sui molteplici aspetti della contraffazione, dal lato dell’offerta, della domanda, e delle risposte messe in campo. Tratteggia aspetti non-economici in senso stretto,  di estrema rilevanza e difficile quantificazione, quali i danni alla salute, all’ambiente, alla sicurezza. E, non ultimo, evidenzia la stretta connessione  della contraffazione con altri reati gravi.

Il rapporto offre una panoramica a 360 gradi sui molteplici aspetti della contraffazione, dal lato dell’offerta, della domanda, e delle risposte messe in campo. Tratteggia aspetti non-economici in senso stretto,  di estrema rilevanza e difficile quantificazione, quali i danni alla salute, all’ambiente, alla sicurezza. E, non ultimo, evidenzia la stretta connessione  della contraffazione con altri reati gravi.

Quest’ultimo tema è specificamente trattato in un altro Rapporto Europol-EUIPO, IP CRIME AND ITS LINK TO OTHER SERIOUS CRIMES. Focus on Poly-Criminality, che  evidenzia la connessione  tra reati in violazione degli IPR  ed altre forme di criminalità (crimine farmaceutico, traffico di stupefacenti, detenzione illegale di armi, frode alimentare, frode fiscale, corruzione e riciclaggio di denaro) attraverso una raccolta di casi di studio concreti. In particolare vengono illustrati i possibili “modelli di azione” del crimine organizzato ed il rapporto fra gli IP crimes e gli altri reati.

print

Submit a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *