Dai recessi ai rimborsi, gli utenti digitali non conoscono i propri diritti

Dai recessi ai rimborsi, gli utenti digitali non conoscono i propri diritti

Da Repubblica.it    del 19/11/2018 È quanto emerge dall’indagine condotta da YouTrend per la coalizione Consumers For Digital Payments (C4DiP). Solo l’1% dei consumatori digitali sa di avere 13 mesi per comunicare alla banca un pagamento inesatto o non autorizzato di ANDREA FROLLA’  19 Novembre 2018 Solo l’1% dei cittadini sa di avere 13 mesi di tempo per comunicare alla propria banca un pagamento inesatto o non autorizzato. Appena il 42% ha salvato in rubrica il numero per denunciare il furto o lo smarrimento della carta di pagamento e solamente il 40% dei consumatori è cosciente del fatto che sarà rimborsato completamente delle spese effettuate dopo la denuncia. È una platea di consumatori digitali all’oscuro dei propri diritti quella fotografata dall’indagine condotta da YouTrend per conto della coalizione Consumers For DigitalPayments (C4DiP), che sottolinea la lunga strada da percorrere per aiutare i cittadini ad avere maggiore consapevolezza circa le tutele che riguardano i pagamenti digitali e l’e-commerce. Non sarà una passeggiata di salute visto che la conoscenza dei diritti è davvero scarsa. Basta forse anche solo l’1% di consumatori consapevole di avere 13 mesi a disposizione per segnalare alla banca l’esistenza di un pagamento inesatto o non autorizzato. Un dato che stona soprattutto perché il 60% dei consumatori sa di avere il diritto a pagare con carta anche importi molto bassi. E perché il 40% è a conoscenza della possibilità di venire rimborsato in caso di utilizzo fraudolento della propria carta.Insomma, conosciamo le opportunità che l’e-payment ci offre ma non ci curiamo delle garanzie poste a tutela dello sfruttamento di queste opportunità. Eppure, usiamo gli strumenti di pagamento digitale sempre più spesso. Come emerge dallo...
DIADAY 2018: DAL 12 AL 18 NOVEMBRE LA SECONDA CAMPAGNA NAZIONALE DI PREVENZIONE DEL DIABETE IN FARMACIA

DIADAY 2018: DAL 12 AL 18 NOVEMBRE LA SECONDA CAMPAGNA NAZIONALE DI PREVENZIONE DEL DIABETE IN FARMACIA

DIADAY 2018: DAL 12 AL 18 NOVEMBRE LA SECONDA CAMPAGNA NAZIONALE DI PREVENZIONE DEL DIABETE IN FARMACIA Nel 2017 la prima Campagna di prevenzione del diabete ha prodotto risultati importanti: 160.000 cittadini hanno potuto fare un test gratuito in farmacia e, tra questi, 4.400 hanno scoperto di essere diabetici e oltre 19.000 prediabetici. Queste persone hanno potuto quindi iniziare a curarsi subito o prendere contromisure per evitare il sopraggiungere della malattia. Il DiaDay torna quindi nelle farmacie italiane: dal 12 al 18 novembre 2018 nelle farmacie che aderiscono all’iniziativa puoi effettuare uno screening gratuito di prevenzione del diabete e delle sue complicanze. Scoprire per tempo se si è malati di diabete o se si rischia di diventarlo è infatti fondamentale per ridurre i disagi alle persone e i costi a carico del Servizio sanitario nazionale e dei malati. Per questo motivo, nelle farmacie – che puoi individuare a partire dal 9 novembre con il motore di ricerca qui sotto – puoi effettuare la misurazione gratuita della glicemia e compilare, con l’aiuto del farmacista, un semplice questionario che indica il rischio di sviluppare il diabete nei prossimi anni. Se necessario, il farmacista ti inviterà ad adottare comportamenti più salutari o ti indirizzerà al medico per curarti per tempo. Quest’anno, la campagna prevede anche una novità per chi sa già di essere diabetico: con l’aiuto del farmacista la persona affetta da diabete risponderà a un breve questionario volto a verificare se segue le indicazioni del medico, condizione essenziale per mantenere la malattia sotto controllo. Questo non solo permetterà di valutare statisticamente l’aderenza alla terapia, ma consentirà anche al cittadino di prendere...
Messaggio per Investitori Poste Italiane – Fondo Europa Immobiliare1

Messaggio per Investitori Poste Italiane – Fondo Europa Immobiliare1

Poste Italiane ha avviato di propria iniziativa il rimborso delle perdite subite dai propri clienti, dall’investimento Fondo Europa Immobiliare 1, mediante la sottoscrizione di una polizza vita, con pagamento dei premi in 5 anni La nostra associazione ha sottoscritto con Poste Italiane un accordo di rimborso immediato degli investitori del Fondo, previa richiesta entro il prossimo 31/12/2018. L’accordo prevede la presentazione della domanda di conciliazione tramite la nostra associazione ed una procedura di verifica dei requisiti all’esito della quale, il rimborso della perdita subita sarà immediato. Il rimborso è previsto per alcune categorie di investitori ultraottantenni, in difficoltà economico finanziarie, oppure disoccupate od ancora residenti in zone in cui è stata dichiarata lo stato d’emergenza in questi...
SOCIAL CARD E BONUS CULTURA

SOCIAL CARD E BONUS CULTURA

a cura di Asso-Consum SOCIAL CARD INPS La “social card” è una misura di contrasto alla povertà che prevede l’erogazione di un beneficio economico alle famiglie in difficoltà nelle quali almeno un componente abbia compiuto sessantacinque anni o sia minore di anni tre. La somma viene erogata direttamente su una carta prepagata ricaricabile utile per effettuare pagamenti elettronici e simile a quelle in circolazione e ampiamente diffuse nel nostro Paese. Diversamente dalle carte prepagate ricaricabili le spese sostenute con la Social Card sono addebitate direttamente allo Stato. La Carta può essere utilizzata per effettuare acquisti alimentari abilitati al circuito Mastercard o per il pagamento tramite Poste Italiane di bollette luce o gas. Gli esercizi commerciali che espongono il marchio offrono anche sconti aggiuntivi ai possessori, mentre è possibile per i titolari accedere automaticamente a tariffe elettriche agevolate informandosi direttamente presso i fornitori di energia elettrica o presso Poste Italiane. La social card originariamente riservata ai soli cittadini italiani e i loro familiari, residenti in Italia, di, in possesso di determinati requisiti reddituali, dal 2014 può essere richiesta anche i cittadini di uno Stato membro dell’Unione Europea ed ai loro familiari, nonché i cittadini stranieri in possesso di permesso di soggiorno CE di lungo periodo, con residenza in Italia. I requisiti per richiederla: età non inferiore a 65 anni; cittadinanza italiana; ovvero della cittadinanza di uno Stato appartenente all’Unione Europea; ovvero familiare di cittadino italiano, non avente la cittadinanza di uno Stato membro dell’Unione Europea, titolare del diritto di soggiorno o del diritto di soggiorno permanente; ovvero familiare di cittadino comunitario, non avente la cittadinanza di uno Stato membro dell’Unione Europea, titolare del diritto...
Noi&UniCredit

Noi&UniCredit

E’ il programma di cooperazione attiva con la banca Unicredit. Nato nel 2005 per accrescere la fiducia e la consapevolezza dei consumatori sui temi di banca e finanza e contribuire a rafforzarne la tutela, ha consentito di avviare un dialogo aperto e costruttivo con 13 Associazioni dei Consumatori di rilevanza nazionale, riconosciute dal Ministero dello Sviluppo Economico e facenti parte del Consiglio Nazionale Consumatori Utenti (CNCU): Asso-Consum, Adiconsum, Adoc, Assoutenti, Casa del Consumatore, Cittadinanzattiva, Codacons, Confconsumatori, Federconsumatori, Lega Consumatori, Movimento Consumatori, Movimento Difesa del Cittadino e Unione Nazionale Consumatori. La partnership è sancita da Accordo Quadro che definisce le linee guida strategiche e operative della collaborazione ed i temi di client protection presidiati dalle attività congiunte L’Accordo Quadro prevede 4 Cantieri di lavoro permanenti dedicati ai seguenti temi: Tutela del consumatore Educazione interna ed esterna Inclusione finanziaria e innovazione Network di territorio ed...