CONSIGLI UTILI – Il Conto Corrente in semplici parole

CONSIGLI UTILI – Il Conto Corrente in semplici parole

CONTO CORRENTE BANCARIO Lo strumento fondamentale per gestire il tuo denaro, tramite i seguenti servizi: Accredito stipendio o della pensione Pagamenti Incassi Bonifici Domiciliazione delle bollette Carta di debito Carta di credito Assegni Il cliente può versare o ritirare denaro dal conto in qualsiasi momento PRIMO STEP: ANALIZZA LE TUE NECESSSITÀ DI TUTTI I GIORNI Le tue esigenze sono personali o legate alla famiglia? Quante operazioni pensi di fare ogni mese? È sufficiente la carta prepagata o potresti aver bisogno di una carta di credito? Utilizzerai il conto anche per pagamenti ricorrenti come affitti, utenze, telepass, rate del mutuo? in tal caso chiedi la DOMICILIAZIONE SECONDO STEP: COME APRIRE IL CONTO: scegli la banca che preferisci e recati in filiale o, in alternativa consulta il suo sito internet RICORDA: la documentazione è finalizzata alla valutazione attenta e ad una scelta consapevole e non comporta alcun vincolo o impegno a concludere il contratto. I TIPI DI CONTO: Le banche italiane hanno moltissimi tipi di conto, ecco i più diffusi: 1. CONTI ORDINARI: noti anche come “conti a consumo”. Le spese del conto sono strettamente legate alle operazioni effettuate dunque più operazioni si fanno, più si spende. 2. CONTI A PACCHETTO: per questi conti è previsto un canone fisso in base al quale sono disponibili un numero di operazioni gratuite che può essere limitato o illimitato. 3. CONTO DI BASE: è soggetto al pagamento di un canone annuo e la corrispondente possibilità di effettuare un numero limitato e circoscritto di operazioni. consigliato a chi ha esigenze finanziarie limitate. 4. CONTI IN CONVENZIONE: riservati a determinate categorie di clienti che avranno cosi...
Pagamenti digitali: presentata la nuova Guida Consumatori 2019

Pagamenti digitali: presentata la nuova Guida Consumatori 2019

Pagamenti digitali: presentata la nuova Guida Consumatori 2019 A Bologna la prima tappa del road show per la presentazione del volume realizzato dal Movimento Difesa del Cittadino in collaborazione con la coalizione C4DiP (MDC, Asso-Consum e U. Di. Con.) Bologna, 28 marzo 2019 – È stata presentata oggi la nuova Guida Consumatori Sui Pagamenti Digitali realizzata dal Movimento Difesa del Cittadino in collaborazione con la coalizione C4DiP – Consumers for Digital Payments (MDC, Asso-Consum, U. Di. Con.), nata con l’intento di colmare il gap informativo dei milioni di consumatori che, in assenza di un’adeguata educazione finanziaria, si avvicinano oggi ancor troppo disinformati ai più moderni sistemi di pagamento digitali.   Hanno preso parte alla presentazione Francesco Luongo, Presidente MDC e C4DiP – Consumers for Digital Payments (MDC, Asso-Consum e U. Di. Con.), Antonio Leonetti, Presidente Regionale Asso-Consum Emilia-Romagna, Vincenzo Paldino, Vicepresidente nazionale U.Di.Con, Pier Giorgio Ardeni, Professore di economia politica e dello sviluppo e Presidente dell’Istituto Cattaneo e Maurizio Morini, Direttore generale dell’Istituto Cattaneo.   “La spinta propulsiva data a livello europeo ai servizi di pagamento digitale ha reso necessario realizzare una guida che mira a essere uno strumento chiaro e semplice al servizio dei consumatori. – racconta Francesco Luongo presidente di MDC e C4DiP – Spiegare ai consumatori quali sono i loro diritti e doveri per effettuare scelte consapevoli tramite l’utilizzo di strumenti di pagamento elettronici è il motivo stesso per cui è nata la nostra coalizione. La guida è lo strumento che ci permette di inserirci ulteriormente in questo periodo di mutamento della customer experience, in cui i consumatori devono poter interpretare correttamente i nuovi strumenti per...
SALDO E STRALCIO DEBITI TRIBUTARI?

SALDO E STRALCIO DEBITI TRIBUTARI?

1 – SALDO E STRALCIO DEBITI TRIBUTARI? A breve scade la possibilità di chiudere i conti con lo Stato! Cosa succede? La legge di bilancio n. 145/2018 ha ampliato gli strumenti di definizione agevolata dei debiti tributari dei contribuenti nei confronti del Fisco. Dopo la prima “Rottamazione” con il D.L. 193/2016 e l’ultima “Rottamazione ter” voluta con il D.L. 119/2018 (ancora in essere), sta per arrivare la scadenza del c.d. “saldo e stralcio”: 30 aprile 2019. Attenzione però: solo i debiti affidati all’Agenzia delle Entrate – Riscossione risultanti in carico al 31 dicembre 2017 possono essere oggetto di definizione agevolata. Cosa si deve valutare? Innanzitutto, occorre vagliare la reale volontà del contribuente di estinguere i debiti con il Fisco unitamente a verificare le effettive condizioni economiche di pagamento (in termini di capacità). Quindi, se il contribuente possiede il c.d. documento “ISEE” fino a 20.000,00 euro: – con valore ISEE inferiore ad euro 8.500,00, può estinguere il debito complessivo pagando solamente il 16%; – con valore ISEE inferiore ad euro 12.500,00, può estinguere il debito complessivo pagando solamente il 20%; – con valore ISEE superiore ad euro 12.500,00, può estinguere il debito complessivo pagando solamente il...
TAVOLO RIFORMA LEGGE NOTARILE

TAVOLO RIFORMA LEGGE NOTARILE

TAVOLO RIFORMA LEGGE NOTARILE Nella giornata di ieri si è svolta la riunione di insediamento del Tavolo Istituito presso il Ministero di Giustizia avente ad oggetto la riforma della Legge Notarile. Il Tavolo di concertazione presenta particolari profili di interesse in quanto, lungi dall’assumere carattere autoreferenziale, vede la partecipazione propositiva oltre che dei Notai delle parti sociali, ossia dei rappresentanti delle diverse categorie che quotidianamente ed ordinariamente con i Notai si interfacciano. il Consiglio Nazionale dei Consumatori e degli Utenti, più autorevole organo consultivo in tema di politica consumerisitica nazionale ed europea, istituito presso il Ministero dello Sviluppo Economico, ha designato, tra i due esperti, l’Avv. Giuseppe Sorrentino, Vicepresidente dell’Asso-Consum, a rappresentare i diritti e gli interessi dei cittadini nel delicato procedimento di riforma della legge notarile. Obiettivo primario, a quanto dichiarato dall’avv. Giuseppe Sorrentino, è che il necessario procedimento di innovazione e semplificazione della professione notarile si compia anche attraverso un innalzamento delle tutele previste per il cittadino, sia nella fase precontrattuale che in quella contrattuale. E’ indispensabile, sottolinea l’avv. Giuseppe Sorrentino, considerata la funzione sociale che i Notai sono chiamati a svolgere nonché il ruolo di equilibratore sociale che gli stessi con meritevole fierezza hanno rivendicato, che la riforma auspicata rafforzi gli obblighi informativi e di trasparenza, sia con riguardo alla natura e tipologia del servizio reso oltre che ai costi dello stesso; tanto anche al fine di assicurare l’uniformazione su tutto il territorio nazionale di elevati standard di...
ASSO-CONSUM INVITA IL GOVERNO AD UN TAVOLO PERMANENTE PER MAPPARE LE PATOLOGIE DEL SISTEMA TRIBUTARIO

ASSO-CONSUM INVITA IL GOVERNO AD UN TAVOLO PERMANENTE PER MAPPARE LE PATOLOGIE DEL SISTEMA TRIBUTARIO

ASSO-CONSUM INVITA IL GOVERNO AD UN TAVOLO PERMANENTE PER MAPPARE LE PATOLOGIE DEL SISTEMA TRIBUTARIO È un dato di fatto: l’Agenzia delle Entrate-Riscossione, non rispettando puntualmente le norme di legge, mette in crisi il leale rapporto con i cittadini. Così facendo non può che farsi spazio a criticità di sistema nel suo complesso. Quale il rovescio della medaglia? La lesione dei Diritti Fondamentali Europei in materia di buon andamento ed imparzialità della Pubblica Amministrazione. Occorre urgentemente, quindi, mettere al corrente il Governo, tramite i Ministeri competenti, circa le modalità con le quali il nuovo Ente riscossore (ex Equitalia) si sta approcciando alle numerosissime istanze promosse dai contribuenti italiani per la cancellazione dei debiti tributari oggetto di decadenza o prescrizione (legate alla legge di bilancio n. 228/2012) nonché in ordine ai c.d. ricorsi-reclamo (istituiti con l’art. 17 bis del D.Lgs. 546/92). In buona sostanza, cosa sta accadendo? L’Amministrazione Finanziaria, nel primo dei due casi, sta letteralmente facendo ostruzionismo nei procedimenti legati al discarico fiscale automatico (per intenderci, trattasi di quei procedimenti relativi ai famosi 220 giorni dal momento della trasmissione dell’istanza da parte del contribuente ai sensi dell’art. 1, comma 539 Legge 228/2012); in pratica L’Agenzia vuole obbligare il contribuente a rendere una dichiarazione sostitutiva (non applicabile al caso) la quale, nella realtà dei fatti, nasconde una subdola responsabilità penale a carico del cittadino stesso. Qual è la conseguenza di questo comportamento? Non si attiva il procedimento amministrativo obbligatorio a carico dell’Amministrazione pubblica e ciò in barba al principio Costituzionale (art. 97) e Comunitario (art. 41) di “buona ed imparziale amministrazione”. Nel secondo dei due casi, invece, l’Amministrazione Finanziaria, una...