COMUNICATI STAMPA

Esposto alla Procura di Bari : Indagati 2 medici ospedale di Monopoli

Alla Procura della Repubblica di Bari Il sottoscritto Ettore Salvatori in qualità di Presidente e legale rappresentante dell’associazione denominata “ASSO-CONSUM- Associazione per la difesa dei consumatori, degli utenti e dei cittadini nel campo della vita, dei consumi consapevoli, dell’eco-ambiente, del territorio, dell’energia e delle telecomunicazioni” con sede in Roma, Via Nizza 51, C.A.P. 00198, CFeP.I 07950490636 iscritta nell’elenco delle associazioni dei consumatori e degli utenti rappresentative a livello nazionale (C.N.C.U.) di cui all’art 137 del D.lgs. 6 Settembre 2005, n° 206 ( Codice del Consumo) visto il D.M del 28.06.2010 ( in G.U n°163 del 15. 07. 2010), espone quanto segue. Premesso che È del 20 agosto 2019 la notizia secondo cui, all’ospedale di Monopoli, sono stati indagati due medici per la morte di Giulio Vitti, un diciassettenne morto il 18 agosto in casa. I risultati dell’autopsia si sapranno tra 90 giorni. Asso-Consum presenta il seguente Esposto 1. Che venga accertato la situazione igienico-sanitaria del pronto soccorso dell’ospedale in oggetto 2. Che venga fatta chiarezza sugli interventi dei medici sul paziente deceduto 3. Per quale motivo fosse stato dimesso 4. Fare un’indagine accurata sui precedenti dei medici in oggetto, al fine di far venire alla luce eventuali altri episodi di negligenza come questo 5. Che venga fatto un controllo sugli infermieri di turno Con riserva di costituzione di parte civile per il risarcimento dei danni materiali e morali subiti dai cittadini e dagli utenti in conseguenza della condotta sopra descritta, si resta a disposizione per qualsiasi ulteriore chiarimento dovesse rendersi necessario e si chiede che la S.V. intervenga nella maniera più celere possibile nei confronti dei predetti soggetti al... read more

Esposto inviato al Ministero della Salute: Studio CNR mortalità nelle aree della centrale Tirreno Power, nella zona di Vado Ligure (SV)

Al Ministro della Salute Il sottoscritto Ettore Salvatori in qualità di Presidente e legale rappresentante dell’associazione denominata “ASSO-CONSUM- Associazione per la difesa dei consumatori, degli utenti e dei cittadini nel campo della vita, dei consumi consapevoli, dell’eco-ambiente, del territorio, dell’energia e delle telecomunicazioni” con sede in Roma, Via Nizza 51, C.A.P. 00198, CFeP.I 07950490636 iscritta nell’elenco delle associazioni dei consumatori e degli utenti rappresentative a livello nazionale (C.N.C.U.) di cui all’art 137 del D.lgs. 6 Settembre 2005, n° 206 ( Codice del Consumo) visto il D.M del 28.06.2010 ( in G.U n°163 del 15. 07. 2010), espone quanto segue. Premesso che È del 3 settembre 2019 lo studio del Cnr che ha mostrato l’aumento del 49% della mortalità nelle aree della centrale Tirreno Power, nella zona di Vado Ligure (SV). Lo studio dimostra come questa percentuale sia stata registrata tra il 2011 e il 2013, periodo di piena attività della centrale, ed è stato fatto sui pazienti residenti in quelle aree (144019 pazienti) Asso-Consum presenta il seguente Esposto: che venga effettuato uno screening accurato riguardante anche le particelle rilasciate nell’atmosfera e capirne l’incidenza sulla salute dei residenti già individuato dallo studio sopra citato (144019 pazienti) di quelle zone. Genova, 3 settembre 2019 Presidente di Asso-Consum Dott. Ettore... read more

Esposto al Ministero della Salute – PFIZER : SOLDI PER SCREDITARE LA SIGARETTA ELETTRONICA A FAVORE DEI SUOI FARMACI ANTIFUMO

Al Ministro della Salute Alla Segreteria Generale Alla Segreteria Particolare del Ministro PFIZER E LA SIGARETTA ELETTRONICA: SOLDI PER SCREDITARE LA SIGARETTA ELETTRONICA A FAVORE DEI SUOI FARMACI ANTIFUMO. Asso-Consum apprende per mezzo stampa il fatto che la casa farmaceutica Pfizer stanziava soldi per screditare l’uso della sigaretta elettronica e favorire l’utilizzo dei suoi prodotti e farmaci antifumo. Rivela l’inchiesta di Spiegel che Pfizer teme il calo di fatturato causa dell’uso della sigaretta elettronica per disincentivare il fumo. Il Champix, il farmaco prodotto da Pfizer è il più venuto per la dipendenza da nicotina. La società Myblue Spain, fondata da Imperial Brands per sviluppare il settore dello svapo in Spagna, ha sollecitato l’”esigenza di proteggere i consumatori attraverso una regolamentazione basata sulle prove scientifiche, e l’esigenza di un severo controllo pubblico che si estenda a tutti i prodotti”, specie dopo il caso del primo decesso legato alle e-cig avvenuto nei giorni scorsi negli Stati Uniti. Asso-Consum presenta il seguente Esposto: se si è a conoscenza di interventi presso enti di ricerca, enti accreditati, società scientifiche che la Pfizer ha finanziato se intende sospendere, visti le multe fatte a queste società e i risultati dei risultati di tribunali americani, la commercializzazione delle sigarette elettroniche (visti anche gli studi scientifici che hanno dimostrato la pericolosità delle sostanze contenute all’interno dei liquidi) Presidente di Asso-Consum Dott. Ettore... read more

Esposto inviato Al Ministro della Pubblica Istruzione

Esposto inviato il 09/01/2020 Al Ministro della Pubblica Istruzione Il sottoscritto Ettore Salvatori in qualità di Presidente e legale rappresentante dell’associazione denominata “ASSO-CONSUM- Associazione per la difesa dei consumatori, degli utenti e dei cittadini nel campo della vita, dei consumi consapevoli, dell’eco-ambiente, del territorio, dell’energia e delle telecomunicazioni” con sede in Roma, Via Nizza 51, C.A.P. 00198, CFeP.I 07950490636 iscritta nell’elenco delle associazioni dei consumatori e degli utenti rappresentative a livello nazionale (C.N.C.U.) di cui all’art 137 del D.lgs. 6 Settembre 2005, n° 206 ( Codice del Consumo) visto il D.M del 28.06.2010 ( in G.U n°163 del 15. 07. 2010), espone quanto segue. Premesso che È dell’11 settembre la notizia secondo cui vi è una crisi riguardo l’assegnazione delle cattedre e la carenza di organico. Nella fattispecie troviamo 120 mila cattedre scoperte, 25 mila non assegnate su un contingente di 53 mila, insegnanti di sostegno (già ridotti col precedente governo) assegnati per la sola percentuale del 10%. Inoltre, una cattedra su sette risulta coperta da un precario, mentre una cattedra di sostegno su tre è anch’essa affidata a un precario. Grave la situazione anche per i presidi. Asso-Consum presenta il seguente Esposto Si chiede per quale motivo non si è intervenuto in modo tempestivo Se il neo ministro dell’istruzione ha intenzione di sopperire alla carenza d’organico solo tramite concorso, per altro “pensato” nel... read more