AssoConsum alla Camera dei Deputati su ddl Ministero Turismo: l’Avv. Lucarella in audizione parlamentare su profilo di costituzionalità

AssoConsum alla Camera dei Deputati su ddl Ministero Turismo: l’Avv. Lucarella in audizione parlamentare su profilo di costituzionalità

http://www.diritto24.ilsole24ore.com/art/avvocatoAffari/newsStudiLegaliEOrdini/2020-06-10/assoconsum-camera-deputati-ddl-ministero-turismo-avv-lucarella-audizione-parlamentare-profilo-costituzionalita-144300.php Il 28 maggio scorso la X Commissione – Attività produttive, commercio e turismo della Camera dei deputati – ha avviato l’esame in sede referente del provvedimento C. 1743 avente ad oggetto la “Istituzione del Ministero del turismo e altre disposizioni per la promozione del turismo e il sostegno del lavoro e delle imprese operanti nel settore turistico, nonché deleghe al Governo per l’istituzione della Scuola nazionale di alta formazione turistica e la disciplina dell’attività delle piattaforme tecnologiche di intermediazione di servizi turistici “. Disegno di Legge proposto da un gruppo di cinque parlamentari tra cui, oltre al primo firmatario On.le Zucconi, v’è anche la leader di FdI Giorgia Meloni. La predetta Commissione della Camera, apertasi la fase delle audizioni e considerata l’emergenza sanitaria in corso, ha ritenuto l’opportunità di richiedere memorie scritte sostitutive rispetto alla prassi di ascolto orale diretto a Montecitorio; prassi utilizzata dal parlamento al fine di arricchire il quadro conoscitivo su temi specifici e delicati da trattare come, ad esempio, quello relativo alla istituzione del Ministero del Turismo (va ricordato che tale entità ministeriale è, di fatto, esistita in Italia sino al 1993 allorquando tramite Referendum è stata approvata la abrogata della legge istitutiva). Quadro a cui va aggiunto di considerare il famoso Titolo V della Costituzione: precisamente la revisione dell’art. 117 Cost. ha consegnato la competenza in materia turistica, in via residuale, alle Regioni dello stivale. Il fulcro principale della questione è, quindi, certamente relativo all’inquadramento costituzionale della proposta di legge, per come strutturata dai proponenti, ponendosi allo stesso tempo il problema, in via preliminare, se occorra una revisione dell’affidamento alle Regioni della competenza su...
La contraffazione non si ferma. Pubblicati due nuovi rapporti EUIPO.

La contraffazione non si ferma. Pubblicati due nuovi rapporti EUIPO.

https://uibm.mise.gov.it/index.php/it/relazione-2020-sullo-stato-delle-violazioni-dei-dpi-l-importanza-dei-dpi-le-violazioni-dei-dpi-e-la-lotta-alla-contraffazione-e-alla-pirateria Esce oggi un nuovo rapporto 2020 STATUS REPORT ON IPR INFRINGEMENT, Why IP Rights are important, IPR infringement, and the fight against counterfeiting and piracy , a cura di EUIPO,  che racchiude le principali evidenze  e  implicazioni della contraffazione in Europa,  emerse dai più recenti studi EUIPO, OCSE ed Europol, offrendo una interessante visione d’insieme sul ruolo fondamentale degli IPR e sulla pericolosità della contraffazione nel contesto socio-economico dell’UE.. I dati  confermano l’entità e la crescita della contraffazione negli ultimi anni: nel  solo settore dei cosmetici le mancate vendite sono aumentate di oltre 2,5 miliardi di EUR a livello UE, raggiungendo in Italia il valore complessivo annuo di 935 milioni, pari al 11,9% delle vendite nel settore. Al di là dei numeri,  e dell’evidenza del forte  impatto sul sistema economico-fiscale dell’UE, il rapporto offre una panoramica a 360 gradi sui molteplici aspetti della contraffazione, dal lato dell’offerta, della domanda, e delle risposte messe in campo. Tratteggia aspetti non-economici in senso stretto,  di estrema rilevanza e difficile quantificazione, quali i danni alla salute, all’ambiente, alla sicurezza. E, non ultimo, evidenzia la stretta connessione  della contraffazione con altri reati gravi. Il rapporto offre una panoramica a 360 gradi sui molteplici aspetti della contraffazione, dal lato dell’offerta, della domanda, e delle risposte messe in campo. Tratteggia aspetti non-economici in senso stretto,  di estrema rilevanza e difficile quantificazione, quali i danni alla salute, all’ambiente, alla sicurezza. E, non ultimo, evidenzia la stretta connessione  della contraffazione con altri reati gravi. Quest’ultimo tema è specificamente trattato in un altro Rapporto Europol-EUIPO, IP CRIME AND ITS LINK TO OTHER SERIOUS CRIMES. Focus on Poly-Criminality, che  evidenzia la connessione  tra reati in violazione degli IPR  ed altre...
DECRETO CURA ITALIA:ASSO-CONSUM CHIEDE AL PARLAMENTO DI POSTICIPARE IL BLOCCO DELL’ ESECUTIVITA’ DEGLI SFRATTI DISPOSTO DAL DECRETO

DECRETO CURA ITALIA:ASSO-CONSUM CHIEDE AL PARLAMENTO DI POSTICIPARE IL BLOCCO DELL’ ESECUTIVITA’ DEGLI SFRATTI DISPOSTO DAL DECRETO

  ASSO-CONSUM, associazione per la difesa dei consumatori, degli utenti e dei cittadini nel campo della vita, dei consumi consapevoli, dell’eco-ambiente, del territorio, dell’energia e delle telecomunicazioni, iscritta nell’elenco delle associazioni dei consumatori e degli utenti rappresentative a livello nazionale (C.N.C.U.) di cui all’art 137 del D.lgs. 6 Settembre 2005, n° 206  (Codice del Consumo), considerato che ad oggi non sono arrivati gli aiuti economici alla quasi totalità dei negozianti e non sono state pagate le casse integrazioni a milioni di lavoratori, causando nel frattempo, purtroppo, la loro morosità, e considerato che i proprietari di casa potranno iniziare gli sfratti, si prevede che entro metà settembre i cittadini riceveranno i decreti esecutivi degli sfratti, cosa che determinerà, insieme all’ insoddisfazione economica, una grande protesta sociale. Asso-Consum chiede dunque ai Parlamentati ed ai Senatori di posticipare l’ attuale blocco dell’ esecutività degli sfratti fino a tutto il mese di settembre in modo da dare, a chi è in difficoltà, la possibilità di sanare il proprio debito evitando il pericolo dell’ acuirsi dello scontro sociale, tenendo anche conto dei tempi necessari all’ attuazione dei nuovi decreti. A tale senso e a tale ordine sono stati presentati alcuni emendamenti. Roma, lì 09 giugno 2020 Asso-Consum Ufficio stampa E-mail...