Esposto alla Procura della repubblica di Padova: incidente alle Acciaierie Venete di Padova

Esposto alla Procura della repubblica di Padova: incidente alle Acciaierie Venete di Padova

Alla Procura della Repubblica di Padova Il sottoscritto Ettore Salvatori in qualità di Presidente e legale rappresentante dell’associazione denominata “ASSO-CONSUM- Associazione per la difesa dei consumatori, degli utenti e dei cittadini nel campo della vita, dei consumi consapevoli, dell’eco-ambiente, del territorio, dell'energia e delle telecomunicazioni” con sede in Roma, Via Nizza 51, C.A.P. 00198, CFeP.I 07950490636 iscritta nell’elenco delle associazioni dei consumatori e degli utenti rappresentative a livello nazionale (C.N.C.U.) di cui all’art 137 del D.lgs. 6 Settembre 2005, n° 206 ( Codice del Consumo) visto il D.M del 28.06.2010 ( in G.U n°163 del 15. 07. 2010), espone quanto segue. Premesso che È del 13 settembre 2019 la notizia per cui, a seguito dell’incidente alle Acciaierie Venete di Padova, sono stati indagati cinque manager di tre aziende. Due operai sono morti, Sergio Todita e Marian Bratu, a causa di una siviera piena di materiale incandescente precipitato per la rottura di un perno. Asso-Consum presenta il seguente Esposto  se i sub-appalti fossero regolari  se le ditte dei sub-appalti avessero l’antimafia  se l’ente appaltatore avesse fatto i dovuti riscontri in base al contratto d’appalto Con riserva di costituzione di parte civile per il risarcimento dei danni materiali e morali subiti dai cittadini e dagli utenti in conseguenza della condotta sopra descritta, si resta a disposizione per qualsiasi ulteriore chiarimento dovesse rendersi necessario e si chiede che la S.V. intervenga nella maniera più celere possibile nei confronti dei predetti soggetti al fine di evitare ulteriori conseguenze del reato. Si formula richiesta di essere informati, ex art. 406 III° comma c.p.p., di ogni eventuale richiesta di proroga delle indagini,...
Esposto alla Procura della Repubblica di Milano:  Presso l’ospedale di Vimercate (MB), una donna ha perso la vita causa trasfusione sbagliata per omonimia.

Esposto alla Procura della Repubblica di Milano: Presso l’ospedale di Vimercate (MB), una donna ha perso la vita causa trasfusione sbagliata per omonimia.

Il sottoscritto Ettore Salvatori in qualità di Presidente e legale rappresentante dell’associazione denominata “ASSO-CONSUM- Associazione per la difesa dei consumatori, degli utenti e dei cittadini nel campo della vita, dei consumi consapevoli, dell’eco-ambiente, del territorio, dell’energia e delle telecomunicazioni” con sede in Roma, Via Nizza 51, C.A.P. 00198, CFeP.I 07950490636 iscritta nell’elenco delle associazioni dei consumatori e degli utenti rappresentative a livello nazionale (C.N.C.U.) di cui all’art 137 del D.lgs. 6 Settembre 2005, n° 206 ( Codice del Consumo) visto il D.M del 28.06.2010 ( in G.U n°163 del 15. 07. 2010), espone quanto segue. Premesso che È del 13 settembre 2019 la notizia per cui presso l’ospedale di Vimercate (MB), una donna ha perso la vita causa trasfusione sbagliata per omonimia. La donna si è aggravata ed è successivamente morta nel reparto di terapia intensiva. Il sangue di gruppo differente ha prodotto la reazione degli anticorpi. Asso-Consum presenta il seguente Esposto: • Di chi sia la responsabilità • Se prima della trasfusione sia stato fatto il normale controllo sulla cartella clinica da parte del medico responsabile e della capo infermiera • Qualora fosse omonimia, se sia stata immediatamente controllata la cartella della paziente dallo stesso cognome Con riserva di costituzione di parte civile per il risarcimento dei danni materiali e morali subiti dai cittadini e dagli utenti in conseguenza della condotta sopra descritta, si resta a disposizione per qualsiasi ulteriore chiarimento dovesse rendersi necessario e si chiede che la S.V. intervenga nella maniera più celere possibile nei confronti dei predetti soggetti al fine di evitare ulteriori conseguenze del reato. Si formula richiesta di essere informati, ex art. 406...
Dal Sole24ore del 28/01/2020 : L’avv. Morena Luchetti nominata componente della consulta legale nazionale di AssoConsum

Dal Sole24ore del 28/01/2020 : L’avv. Morena Luchetti nominata componente della consulta legale nazionale di AssoConsum

dal Sole24 del  28/01/2020 ore 11:33 http://www.diritto24.ilsole24ore.com/art/avvocatoAffari/newsStudiLegaliEOrdini/2020-01-28/l-avv-morena-luchetti-nominata-componente-consulta-legale-nazionale-assoconsum-122726.php?refresh_ce=1 Morena Luchetti, Studio Legale lmlex, entra nella Consulta Legale Nazionale di AssoConsum, Associazione dei consumatori riconosciuta dal Ministero dello Sviluppo Economico. L’Associazione, che si occupa della tutela dei consumatori nei vari ambiti che spaziano dal diritto ambientale a quello tributario, dal diritto amministrativo a quello penale, offre assistenza e servizi specialistici nella difesa dei diritti e interessi sia individuali che collettivi. L’Avv. Luchetti è stata nominata quale esperta di diritto amministrativo presso la Consulta Legale Nazionale (CLN) che è il collegio di esperti giuristi istituito a supporto tecnico dell’Ufficio di Presidenza dell’Associazione. “La nomina è arrivata pochi giorni fa e ne sono onorata. Ringrazio la Presidenza e spero di contribuire fattivamente, insieme agli altri stimati Colleghi che come me sono stati chiamati in seno alla Consulta, a coadiuvare le scelte presidenziali.” “La tutela dei consumatori in ambito amministrativo è, oggi, un settore attraversato da molte novità che oltre a prevedere le azioni e gli scenari già noti, si apre velocemente verso nuovi sviluppi di dimensione sempre più europea. Anche per questo ho accolto la nomina con particolare entusiasmo.” AssoConsum ha sede a Roma (Via Nizza) dove si trova la Presidenza e gli uffici centrali, e su scala nazionale vi sono le delegazioni regionali e...
Esposto alla Procura della Repubblica di Livorno: ex sindaco e ex capo protezione civile rinviati a giudizio per l’alluvione imbattutasi sulla città di Livorno in data 9/10 settembre 2017, causando la morte di otto persone.

Esposto alla Procura della Repubblica di Livorno: ex sindaco e ex capo protezione civile rinviati a giudizio per l’alluvione imbattutasi sulla città di Livorno in data 9/10 settembre 2017, causando la morte di otto persone.

Alla Procura della Repubblica di Livorno Il sottoscritto Ettore Salvatori in qualità di Presidente e legale rappresentante dell’associazione denominata “ASSO-CONSUM- Associazione per la difesa dei consumatori, degli utenti e dei cittadini nel campo della vita, dei consumi consapevoli, dell’eco-ambiente, del territorio, dell'energia e delle telecomunicazioni” con sede in Roma, Via Nizza 51, C.A.P. 00198, CFeP.I 07950490636 iscritta nell’elenco delle associazioni dei consumatori e degli utenti rappresentative a livello nazionale (C.N.C.U.) di cui all’art 137 del D.lgs. 6 Settembre 2005, n° 206 ( Codice del Consumo) visto il D.M del 28.06.2010 ( in G.U n°163 del 15. 07. 2010), espone quanto segue. Premesso che È dell’11 settembre 2019 la notizia per cui Filippo Nogarin, ex sindaco di Livorno, e Riccardo Pucciarelli, ex capo della protezione civile di Livorno, sono stati rinviati a giudizio per l’alluvione imbattutasi sulla città di Livorno in data 9/10 settembre 2017, causando la morte di otto persone. Asso-Consum presenta il seguente Esposto  Che vengano fatti accertamenti riguardo il ruolo dell’ex sindaco e dell’ex capo della protezione civile  Che venga fatto accertamento sull’impossibilità, da parte degli imputati, di comunicare l’allerta alla popolazione Con riserva di costituzione di parte civile per il risarcimento dei danni materiali e morali subiti dai cittadini e dagli utenti in conseguenza della condotta sopra descritta, si resta a disposizione per qualsiasi ulteriore chiarimento dovesse rendersi necessario e si chiede che la S.V. intervenga nella maniera più celere possibile nei confronti dei predetti soggetti al fine di evitare ulteriori conseguenze del reato. Si formula richiesta di essere informati, ex art. 406 III° comma c.p.p., di ogni eventuale richiesta di proroga delle indagini,...
Esposto alla Procura della Repubblica di Lamezia Terme: arresti affiliati cosca Cerra-Torcasio-Gualtieri

Esposto alla Procura della Repubblica di Lamezia Terme: arresti affiliati cosca Cerra-Torcasio-Gualtieri

Alla Procura della Repubblica di Lamezia Terme Il sottoscritto Ettore Salvatori in qualità di Presidente e legale rappresentante dell’associazione denominata “ASSO-CONSUM- Associazione per la difesa dei consumatori, degli utenti e dei cittadini nel campo della vita, dei consumi consapevoli, dell’eco-ambiente, del territorio, dell’energia e delle telecomunicazioni” con sede in Roma, Via Nizza 51, C.A.P. 00198, CFeP.I 07950490636 iscritta nell’elenco delle associazioni dei consumatori e degli utenti rappresentative a livello nazionale (C.N.C.U.) di cui all’art 137 del D.lgs. 6 Settembre 2005, n° 206 ( Codice del Consumo) visto il D.M del 28.06.2010 ( in G.U n°163 del 15. 07. 2010), espone quanto segue. Premesso che È del 13 settembre 2019 la notizia per cui dall’operazione della Dda di Catanzaro è stato convalidato l’arresto di 28 persone tra affiliati e contigui alla cosca Cerra-Torcasio-Gualtieri. Dall’inchiesta emerge come i vertici della cosca comandassero dal carcere, servendosi anche di minorenni per il rifornimento di ordigni da piazzare davanti ai locali commerciali cui chiedevano il pizzo, nonché si facevano recapitare il danaro in carcere per sostenere lo stile di vita sinora adottato. Asso-Consum presenta il seguente Esposto: • Di accertare se la cosca abbia perpetrato anche il reato di usura • Di accertare se vi siano coinvolgimenti con politici ed amministratori locali Con riserva di costituzione di parte civile per il risarcimento dei danni materiali e morali subiti dai cittadini e dagli utenti in conseguenza della condotta sopra descritta, si resta a disposizione per qualsiasi ulteriore chiarimento dovesse rendersi necessario e si chiede che la S.V. intervenga nella maniera più celere possibile nei confronti dei predetti soggetti al fine di evitare ulteriori conseguenze del...