maggio 2018 - asso-consum.it
PROGETTO della Regione – DONNA ATTIVA

PROGETTO della Regione – DONNA ATTIVA

                                                     COMUNICATO STAMPA Roma 24 maggio 2018 – Le malattie sessualmente trasmissibili sono ancora un tabù? Cosa sappiamo sulle infezioni contratte con rapporti sessuali non protetti? Quanto sono stati efficaci gli screening gratuiti offerti dalla Regione Lazio? Sono solo alcune delle domande a cui hanno risposto, su una campionatura di oltre 10.000 spazi utenti circa, il 15% di adulti e giovani del Lazio intervistati prendendo parte a un’indagine statistica online nell’ambito del PROGETTO della Regione – DONNA ATTIVA – promosso dall’associazione di consumatori Asso-Consum. I risultati dell’indagine – che saranno presentati giovedì 31 maggio alle 10:30 presso la Casa Internazionale delle Donne in Via della Lungara, 19 – sono stati poco rassicuranti soprattutto sul target dei giovanissimi. Solo meno della metà del campione di ragazzi dai 16 ai 19 anni, residenti nel Lazio e intervistati in anonimato, conosce quali siano le infezioni sessualmente trasmissibili differenti dall’HIV.  Molta confusione e scarsa conoscenza anche per la diffusione del Papilloma Virus. Solo il 71% del campione usa anticoncezionali per evitare le malattie sessualmente trasmissibili, nonostante le massicce campagne di prevenzione e informazione avviate anche tra i più giovani negli anni. Risultati analoghi anche per gli adulti: solo il 34% del campione degli intervistati conosce i percorsi di prevenzione gratuiti attivi presso la Regione Lazio. Due su tre, infatti, ignorano la campagna di screening messa in campo dalla Regione. Quasi la metà dichiara di non aver ricevuto nessuna lettera di comunicazione per partecipare ai percorsi di controllo che, nella quasi totalità dei casi, sono stati fatti in strutture private. L’incontro realizzato da Asso-Consum sarà l’occasione per PRESENTARE IN ANTEPRIMA I DATI DEL RAPPORTO...
ENERGIA: PROSEGUE IL PROGETTO “ENERGIA: DIRITTI A VIVA VOCE”

ENERGIA: PROSEGUE IL PROGETTO “ENERGIA: DIRITTI A VIVA VOCE”

COMUNICATO STAMPA Cronaca nazionale     Energia: prosegue il progetto “Energia: diritti a viva voce” – Consumatori più informati e consapevoli in materia di energia e gas Mag 3, 2018 Prosegue e si rafforza il progetto “Energia: diritti a viva voce”, iniziativa promossa dalle associazioni dei consumatori in collaborazione con l’Autorità di Regolazione per Energia Reti e Ambiente, con l’obiettivo di rendere gli utenti più informati e consapevoli in materia di energia e gas. Attraverso gli sportelli informativi attivati su tutto il territorio nazionale le associazioni aderenti al progetto forniranno risposte e soluzioni ai clienti finali dei servizi elettrico e gas, aiutando i consumatori ad orientarsi tra le diverse offerte commerciali, fornendo assistenza per l’ottenimento del bonus sociale gas/energia o il mantenimento dello stesso, supportando il cliente che dovesse trovarsi di fronte ad un problema con il proprio gestore ed informando i cittadini su come controllare i propri consumi quotidiani e promuovere un consumo consapevole. A disposizione degli utenti anche un’applicazione specifica per i-Phone e i-Pad che consente di accedere ad una serie di servizi: l’elenco di tutti gli sportelli previsti dal progetto con relativa semplificazione di presa contatto con lo sportello più vicino al cliente; un’area Faq che si completerà di tutte le domande e risposte ai casi più frequenti; l’accesso ad un’area dedicata alla normativa vigente in materia di energia che darà la possibilità ad ogni consumatore di poter verificare la regolarità delle offerte proposte direttamente dal proprio cellulare. Le associazioni che aderiscono al progetto sono ADOC, Associazione Utenti dei Servizi Radiotelevisivi, Assoconsum, Assoutenti, Casa del Consumatore, Centro Tutela Consumatori e Utenti, Cittadinanzattiva, Codacons, Codici, Confconsumatori, Federconsumatori, Lega...