COMUNICATI STAMPA

SITO INTERNET NON RICONDUCIBILE AD INTERMEDIARIO ASSICURATIVO ISCRITTO NEL REGISTRO

COMUNICATO STAMPA DEL 7 NOVEMBRE 2018  “WWW.ASSICREMONINI.IT”  SITO INTERNET NON RICONDUCIBILE AD INTERMEDIARIO ASSICURATIVO ISCRITTO NEL REGISTRO   L’IVASS rende noto che è stata segnalata la promozione di polizze assicurative r.c. auto, anche aventi durata temporanea, per il tramite del suddetto sito internet, che non è riconducibile ad alcun intermediario iscritto nel Registro Unico degli Intermediari – RUI.   A seguito delle verifiche espletate, l’IVASS ha accertato che l’attività di intermediazione assicurativa svolta attraverso tale sito è irregolare e, conseguentemente, ne ha chiesto l’oscuramento alle Autorità competenti.   L’IVASS raccomanda di adottare le opportune cautele nella sottoscrizione tramite internet di contratti assicurativi, soprattutto se di durata temporanea, verificando, prima della sottoscrizione dei contratti, che gli stessi siano emessi da imprese e tramite intermediari regolarmente autorizzati allo svolgimento dell’attività assicurativa e di intermediazione assicurativa, tramite la consultazione sul sito www.ivass.it: degli elenchi delle imprese italiane ed estere ammesse ad operare in Italia (elenchi generali ed elenco specifico per la r. c. auto); dell’elenco degli avvisi relativi ai Casi di contraffazione, Società non autorizzate ed ai Siti internet non conformi alla disciplina sull’intermediazione; del Registro unico degli intermediari assicurativi e dell’Elenco degli intermediari dell’Unione Europea.   L’IVASS mette in guardia i consumatori suggerendo di verificare nel sito dell’Istituto  che: ove il beneficiario del pagamento del premio sia un intermediario, si tratti di un iscritto al RUI in caso di richiesta di pagamento del premio a favore di carte di credito prepagate/ricaricabili e/o di conti bancari (anche on-line), l’intermediario iscritto nel RUI sia il titolare della carta o del conto.   I consumatori possono chiedere chiarimenti ed informazioni al Contact Center Consumatori dell’IVASS... read more

I RISCHI DA RESPONSABILITÀ CIVILE SANITARIA IN ITALIA 2010-2017

COMUNICATO STAMPA DEL 6 NOVEMBRE 2018  BOLLETTINO STATISTICO I RISCHI DA RESPONSABILITÀ CIVILE SANITARIA IN ITALIA 2010-2017   L’IVASS pubblica il Bollettino statistico sui rischi da responsabilità civile sanitaria (medical malpractice) Il rischio da responsabilità civile sanitaria fa parte del ramo responsabilità civile generale. La copertura del rischio da r.c. sanitaria può essere realizzata con ricorso alle polizze assicurative o, in alternativa, tramite la cosiddetta “autoritenzione” del rischio stesso da parte delle strutture sanitarie pubbliche. Quest’ultima modalità di gestione del rischio è in crescita. Il Bollettino riporta i dati statistici separatamente per le due suddette forme di copertura. Di seguito i principali risultati per il 2017: le imprese assicurative hanno raccolto 585 milioni di euro di premi; risultano assicurate circa 000 unità di personale sanitario e 4.800 strutture, di cui poco meno del 15% sono pubbliche; è finito in contenzioso circa il 14% dei sinistri risarciti a titolo definitivo tra il 2010 e il 2017 e il 27% di quelli messi a riserva nel bilancio d’esercizio 2017; il numero di strutture pubbliche assicurate è in costante diminuzione: è passato da 1.404 del 2010 a 685 del 2017; il grado di concentrazione nella r.c. sanitaria è elevato (anche superiore a quello del ramo r.c. generale): le prime 5 imprese hanno il 70% dei premi e le prime 10 il 90% circa; il premio medio pagato dai professionisti sanitari ammonta a 803 euro nel 2017, in crescita del 13% rispetto al 2016; le imprese estere non vigilate dall’IVASS sono molto attive nel settore e raccolgono il 94% dei premi delle strutture pubbliche; le imprese operanti nel settore registrano in media una... read more

SEGNALATA LA COMMERCIALIZZAZIONE DI POLIZZE VITA CONTRAFFATTE

COMUNICATO STAMPA DEL 2 NOVEMBRE 2018  SIKURA LEBEN AG: SEGNALATA LA COMMERCIALIZZAZIONE DI POLIZZE VITA CONTRAFFATTE   L’IVASS rende noto che l’impresa di assicurazione   SIKURA LEBEN AG  ha comunicato di aver riscontrato due casi di commercializzazione di polizze vita false intestate a proprio nome. SIKURA LEBEN AG è un’impresa assicurativa con sede legale in Liechtenstein, sottoposta alla vigilanza dell’Autorità del Paese di origine (Financial Market Authority – FMA), abilitata ad operare in Italia in regime di libera prestazione di servizi (ossia senza una sede stabile) nei rami vita ed è attiva nel settore delle polizze unit-linked. L’impresa ha fatto presente che la commercializzazione delle due polizze sarebbe avvenuta tramite una società sconosciuta alla stessa impresa e non autorizzata all’esercizio dell’attività di intermediazione assicurativa. Anche l’Autorità del Liechtenstein, in data 23 ottobre 2018, ha dato notizia dei casi di contraffazione rilevati dall’impresa, attraverso la pubblicazione di un comunicato stampa disponibile al seguente link Per la verifica della genuinità delle polizze, è possibile contattare l’impresa ai seguenti recapiti: indirizzo postale: Gewerbeweg 15 9490 Vaduz, Liechtenstein; : 00423 237 70 00; fax: 00423 237 70 01.   L’IVASS raccomanda di verificare sempre, prima della sottoscrizione di contratti assicurativi, che gli stessi siano emessi tramite intermediari regolarmente autorizzati allo svolgimento dell’attività assicurativa e di intermediazione assicurativa, tramite la consultazione sul sito www.ivass.it: del Registro Unico degli Intermediari e dell’Elenco degli intermediari dell’Unione Europea. dell’elenco degli avvisi relativi ai Casi di contraffazione, Società non autorizzate ed ai Siti internet non conformi alla disciplina sull’intermediazione;   Per ogni assistenza è possibile rivolgersi al Contact Center IVASS, numero verde 800- 486661 dal lunedì al venerdì... read more

“WWW.ONLINEASSICURAZIONE.COM” COMUNICATO STAMPA DEL 17 OTTOBRE 2018

COMUNICATO STAMPA DEL 17 OTTOBRE 2018         “WWW.ONLINEASSICURAZIONE.COM”   SITO INTERNET NON RICONDUCIBILE AD INTERMEDIARIO ASSICURATIVO ISCRITTO NEL REGISTRO   L’IVASS rende noto che è stata segnalata la promozione di polizze assicurative r.c. auto, anche aventi durata temporanea, per il tramite del suddetto sito internet, che non è riconducibile ad alcun intermediario iscritto nel Registro Unico degli Intermediari – RUI.   A seguito delle verifiche espletate, l’IVASS ha accertato che l’attività di intermediazione assicurativa svolta attraverso tale sito è irregolare e, conseguentemente, ne ha chiesto l’oscuramento alle Autorità competenti.   L’IVASS raccomanda di adottare le opportune cautele nella sottoscrizione tramite internet di contratti assicurativi, soprattutto se di durata temporanea, verificando, prima della sottoscrizione dei contratti, che gli stessi siano emessi da imprese e tramite intermediari regolarmente autorizzati allo svolgimento dell’attività assicurativa e di intermediazione assicurativa, tramite la consultazione sul sito www.ivass.it: degli elenchi delle imprese italiane ed estere ammesse ad operare in Italia (elenchi generali ed elenco specifico per la r. c. auto); dell’elenco degli avvisi relativi ai Casi di contraffazione, Società non autorizzate ed ai Siti internet non conformi alla disciplina sull’intermediazione; del Registro unico degli intermediari assicurativi e dell’Elenco degli intermediari dell’Unione Europea.   L’IVASS mette in guardia i consumatori suggerendo di verificare nel sito dell’Istituto  che: ove il beneficiario del pagamento del premio sia un intermediario, si tratti di un iscritto al RUI in caso di richiesta di pagamento del premio a favore di carte di credito prepagate/ricaricabili e/o di conti bancari (anche on-line), l’intermediario iscritto nel RUI sia il titolare della carta o del conto.   I consumatori possono chiedere chiarimenti ed informazioni al Contact... read more

“WWW.ASSICURAZIONIVERA.COM” COMUNICATO STAMPA DEL 16 OTTOBRE 2018

COMUNICATO STAMPA DEL 16 OTTOBRE 2018   “WWW.ASSICURAZIONIVERA.COM”   SITO INTERNET NON RICONDUCIBILE AD INTERMEDIARIO ASSICURATIVO ISCRITTO NEL REGISTRO   L’IVASS rende noto che è stata segnalata la promozione di polizze assicurative r.c. auto, anche aventi durata temporanea, per il tramite del suddetto sito internet, che non è riconducibile a nessun intermediario iscritto nel Registro Unico degli Intermediari – RUI.   A seguito delle verifiche espletate, l’IVASS ha accertato che l’attività di intermediazione assicurativa svolta attraverso tale sito è irregolare e, conseguentemente, ne ha chiesto l’oscuramento alle Autorità competenti.   L’IVASS raccomanda di adottare le opportune cautele nella sottoscrizione tramite internet di contratti assicurativi, soprattutto se di durata temporanea, verificando, prima della sottoscrizione dei contratti, che gli stessi siano emessi da imprese e tramite intermediari regolarmente autorizzati allo svolgimento dell’attività assicurativa e di intermediazione assicurativa, tramite la consultazione sul sito www.ivass.it: degli elenchi delle imprese italiane ed estere ammesse ad operare in Italia (elenchi generali ed elenco specifico per la r. c. auto); dell’elenco degli avvisi relativi ai Casi di contraffazione, Società non autorizzate ed ai Siti internet non conformi alla disciplina sull’intermediazione; del Registro unico degli intermediari assicurativi e dell’Elenco degli intermediari dell’Unione Europea.   L’IVASS mette in guardia i consumatori suggerendo di verificare nel sito dell’Istituto  che: ove il beneficiario del pagamento del premio sia un intermediario, si tratti di un iscritto al RUI;   in caso di richiesta di pagamento del premio a favore di carte di credito prepagate/ricaricabili e/o di conti bancari (anche on-line), l’intermediario iscritto nel RUI sia il titolare della carta o del conto.   I consumatori possono chiedere chiarimenti ed informazioni al... read more

Messaggio per Investitori Poste Italiane – Fondo Europa Immobiliare1

Poste Italiane ha avviato di propria iniziativa il rimborso delle perdite subite dai propri clienti, dall’investimento Fondo Europa Immobiliare 1, mediante la sottoscrizione di una polizza vita, con pagamento dei premi in 5 anni La nostra associazione ha sottoscritto con Poste Italiane un accordo di rimborso immediato degli investitori del Fondo, previa richiesta entro il prossimo 31/12/2018. L’accordo prevede la presentazione della domanda di conciliazione tramite la nostra associazione ed una procedura di verifica dei requisiti all’esito della quale, il rimborso della perdita subita sarà immediato. Il rimborso è previsto per alcune categorie di investitori ultraottantenni, in difficoltà economico finanziarie, oppure disoccupate od ancora residenti in zone in cui è stata dichiarata lo stato d’emergenza in questi... read more

SOCIAL CARD E BONUS CULTURA

a cura di Asso-Consum SOCIAL CARD INPS La “social card” è una misura di contrasto alla povertà che prevede l’erogazione di un beneficio economico alle famiglie in difficoltà nelle quali almeno un componente abbia compiuto sessantacinque anni o sia minore di anni tre. La somma viene erogata direttamente su una carta prepagata ricaricabile utile per effettuare pagamenti elettronici e simile a quelle in circolazione e ampiamente diffuse nel nostro Paese. Diversamente dalle carte prepagate ricaricabili le spese sostenute con la Social Card sono addebitate direttamente allo Stato. La Carta può essere utilizzata per effettuare acquisti alimentari abilitati al circuito Mastercard o per il pagamento tramite Poste Italiane di bollette luce o gas. Gli esercizi commerciali che espongono il marchio offrono anche sconti aggiuntivi ai possessori, mentre è possibile per i titolari accedere automaticamente a tariffe elettriche agevolate informandosi direttamente presso i fornitori di energia elettrica o presso Poste Italiane. La social card originariamente riservata ai soli cittadini italiani e i loro familiari, residenti in Italia, di, in possesso di determinati requisiti reddituali, dal 2014 può essere richiesta anche i cittadini di uno Stato membro dell’Unione Europea ed ai loro familiari, nonché i cittadini stranieri in possesso di permesso di soggiorno CE di lungo periodo, con residenza in Italia. I requisiti per richiederla: età non inferiore a 65 anni; cittadinanza italiana; ovvero della cittadinanza di uno Stato appartenente all’Unione Europea; ovvero familiare di cittadino italiano, non avente la cittadinanza di uno Stato membro dell’Unione Europea, titolare del diritto di soggiorno o del diritto di soggiorno permanente; ovvero familiare di cittadino comunitario, non avente la cittadinanza di uno Stato membro dell’Unione Europea, titolare del diritto... read more

Comunicato Stampa – C4DiP

Comunicato stampa Nasce C4DiP – Coalition For Digital Payments per promuovere l’uso dei pagamenti elettronici Movimento Difesa del Cittadino, Asso-consum e U.Di. Con uniti nella lotta all’economia sommersa, a sostegno dei cittadini e dell’innovazione Roma, 26 settembre 2018 – Coalition For Digital Payments (C4DiP – www.c4dip.it) è il progetto di tre associazioni dei consumatori nato per rendere più agevole l’uso della moneta elettronica. Movimento Difesa del Cittadino, Asso-consum e U.Di. Con da oggi lavoreranno insieme per sensibilizzare le Istituzioni, italiane ed europee, e i cittadini ad un uso sicuro dei pagamenti elettronici. L’obiettivo della coalizione, presieduta da Francesco Luongo, è informare i cittadini in merito a sicurezza e comodità dei pagamenti elettronici, al fine di promuovere un’economia moderna e sostenibile. Tracciare i pagamenti, inoltre, significa combattere l’evasione fiscale, ridurre l’economia sommersa – che in Italia vale più di un terzo del PIL –, aumentare i valori assoluti del gettito, diminuire la pressione fiscale e liberare risorse per sostenere i redditi e incentivare i consumi. C4DiP monitorerà anche i provvedimenti normativi, informando le Istituzioni affinché il legislatore agisca nell’interesse dei consumatori. Per tutte queste ragioni, la coalizione C4DiP lavorerà per: incrementare la consapevolezza sui benefici connessi ad un maggiore utilizzo della moneta elettronica supportare con ogni mezzo la lotta all’evasione fiscale sviluppare idee innovative a sostegno dell’utilizzo dei dispositivi per il pagamento elettronico evitare che il Legislatore e le Istituzioni tutte possano commettere errori normativi fornire spunti di riflessione per interventi di policy sulla moneta elettronica sviluppare progetti di educazione finanziaria “La Coalizione è un progetto ambizioso – dichiara Francesco Luongo, Presidente di C4DiP e di Movimento Difesa del Cittadino... read more

Asso-Consum costituzione di parte civile nel processo a carico di Alfredo Romeo

In data 10 Aprile 2018, davanti alla Prima Sezione penale del Tribunale di Napoli è stata celebrata la prima udienza del processo a carico di Alfredo Romeo, imprenditore campano, e Ivan Russo, suo collaboratore; si tratta di una tranche dell’inchiesta che ha visto coinvolti imprenditori, politici e vertici di importanti apparati dello Stato.
Asso-Consum, difesa dall’Avv. Miriam Chianese, ha depositato regolare costituzione di parte civile, accettata in via preliminare dal Collegio giudicante (ma sul cui accoglimento definitivo si pronuncerà nei giorni a venire).

read more

“IO SONO ORIGINALE”. ROAD SHOW E “CACCIA AL TESORO”: TUTTE LE TAPPE DELLE INIZIATIVE CONTRO LA CONTRAFFAZIONE

Grandi eventi in programma per “Io Sono Originale”, il progetto del Ministero dello Sviluppo economico, Direzione Generale per la Lotta alla Contraffazione – UIBM realizzato in collaborazione con le associazioni dei consumatori, che mette in campo attività di informazione e di sensibilizzazione per i cittadini sulla contraffazione e sulla tutela della proprietà industriale.

read more