Progetto Canone Rai: scelta perfetta?

Progetto Canone Rai: scelta perfetta?

La controversa scelta di inserire il Canone Rai in bolletta ha creato dubbi, preoccupazioni, perplessità e timori nei cittadini, che si son trovati disorientati di fronte a questa nuova modalità di pagamento. Tra tempistica, dichiarazione di non detenzione dell’apparecchio televisivo, eccezioni, casi particolari, errori e mancati addebiti, è emersa una situazione estremamente complessa e intricata. Ecco perché ACU, Adusbef, Asso-consum, Federconsumatori e Lega Consumatori hanno dato vita al Progetto “Canone in bolletta: scelta perfetta?”. Un numero verde dedicato e sportelli in tutta Italia saranno a disposizione dei cittadini per avere informazioni, assistenza e consulenza in forma totalmente gratuita, per far sì che ogni dubbio venga dissolto e ogni errore venga corretto. Per informazioni, assistenza e consulenza gratuita rivolgetevi a: Numero verde 800660594 (operativo dal lunedì al venerdì dalle 10.00 alle 12.00 e dalle 14.30 alle 15.30) E presso i nostri sportelli: SPORTELLO NORD EST: Bologna, Via Saragozza, 30 – Tel. 0516449487 Fax 0516449487 presso ACU Giorni e orari di apertura: lunedì, martedì e mercoledì dalle 15.30 alle 18.30 SPORTELLO NORD OVEST: Milano, Via delle Orchidee 4/a Telefono 0248303659 Fax 0241291224 presso Lega Consumatori Giorni e orari di apertura: dal lunedì al giovedì dalle 9.30 alle 13.00 e dallw 14.30 alle 17.30, venerdì dalle 9.30 alle 13.00 SPORTELLO CENTRO: Roma, via Farini, 62 – tel. 06-4818632-3 – fax: 06-83395114 presso Adusbef giorni e orari apertura: martedì, mercoledì e giovedì dalle 9.30 alle 12.30 SPORTELLO SUD1: Napoli, Piazza Luigi Poderico n.21 tel. 081 0380095 presso Asso-consum Giorni e orari di apertura: il mercoledì e il giovedì dalle 15:00 alle 19:00 SPORTELLO SUD2: Bari, Via Poli, 20 Tel. 335/5223685 presso Asso-consum Giorni...
ILVA, processo “Ambiente Svenduto”: Asso-Consum ammessa come parte civile nel processo

ILVA, processo “Ambiente Svenduto”: Asso-Consum ammessa come parte civile nel processo

ILVA, PROCESSO “AMBIENTE SVENDUTO”: ASSO-CONSUM AMMESSA COME PARTE CIVILE NEL PROCESSO 11 ottobre 2016 L’ Asso- Consum, associazione dei consumatori e degli utenti autorizzata dal MISE e membro del CNCU, in data 4 ottobre 2016, è stata ammessa come parte civile nel processo “Ambiente Svenduto”. Il complesso processo avverrà davanti alla Corte di Assise di Taranto e vedrà sul banco degli imputati imprenditori, politici, tecnici, società e tutti coloro che si trovano coinvolti nella vicenda ILVA. I capi di imputazione sono diversi e di estrema gravità: associazione per delinquere, concussione, corruzione, favoreggiamento, violazione del segreto d’ufficio, omissione di cautele contro infortuni sui luoghi di lavoro, omicidio e lesioni colpose, violazione del Dlgs 231/01 in materia ambientale, avvelenamento di acque o di sostanze alimentari e disastro ambientale. In ordine a queste ultime fattispecie, è stato recentemente presentato e pubblicato l’aggiornamento dei dati contenuti nello Studio Forastiere (dal nome del medico che coordina il gruppo di lavoro). Tale aggiornamento è il risultato di una ricerca realizzata dal Centro Salute e Ambiente della Regione Puglia in collaborazione con il dipartimento di epidemiologia del Servizio Sanitario della Regione Lazio. L’aggiornamento mette in evidenza l’aumento del tasso di mortalità nel territorio Jonico rendendo nota la forte e certa correlazione tra inquinamento industriale ed eventi di malattie e morti. Con un’importante ordinanza, la Corte di Assise di Taranto ha riconosciuto ad Asso-Consum, rappresentata dall’avv. Eliana Baldo, la legittimazione a stare in giudizio rigettando, così, le richieste delle difese degli imputati che puntavano all’estromissione dell’associazione dal processo. Ufficio stampa...
Tutor autostradali: accolti i ricorsi Asso-Consum

Tutor autostradali: accolti i ricorsi Asso-Consum

Tutor autostradali: accolti i ricorsi Asso-Consum 6 ottobre 2016 L’Asso-Consum, associazione per la difesa dei consumatori riconosciuta dal Ministero dello Sviluppo Economico, rende noto che il Giudice di Pace di Avellino ha accolto i primi ricorsi proposti nell’interesse di numerosi utenti della strada che tra l’aprile e l’agosto di quest’anno si sono visti recapitare sanzioni, anche di considerevoli importi, per il limite di velocità di 80 Km/h imposto nel tratto autostradale dell’A16 tra Baiano ed Avellino. «Le sentenze – dichiara l’Avv. Adriano Maffeo – hanno confermato l’esistenza di numerose illegittimità nell’istallazione e nell’utilizzo dell’apparecchiatura per la rilevazione degli eccessi di velocità». «L’Asso-Consum – continua l’Avv. Barbara Buglione – non sottovaluta l’importanza della prevenzione e del controllo delle infrazioni al codice della strada, ma ritiene fondamentale che gli accertamenti siano effettuati nel rispetto della legalità». «Quella dei tutor autostradali – conclude l’Avv. Francesco Corbo (rappresentate provinciale Asso-Consum) è solo una delle tante iniziative portate avanti dall’associazione che da sempre mette a disposizione di cittadini e consumatori l’esperienza e l’assistenza legale di un team di professionisti selezionati ed altamente qualificati». L’Asso-Consum comunica altresì la propria disponibilità a valutare gratuitamente e senza impegno le problematiche di utenti e cittadini che potranno rivolgersi ai seguenti recapiti: Asso-Consum – 0825.461176,...