Parchimetri per la sosta sulle strisce blu privi di POS: l’esposto e la diffida dell’Asso-consum

Parchimetri per la sosta sulle strisce blu privi di POS: l’esposto e la diffida dell’Asso-consum

Parchimetri per la sosta sulle strisce blu privi di POS: l’esposto e la diffida dell’Asso-consum 29 luglio 2016 L’Asso-consum, associazione dei consumatori e degli utenti autorizzata dal MISE e membro del CNCU, comunica che ha inviato una diffida e un esposto al sindaco Raggi e ai sindaci delle principali città italiane affinchè provvedano ad adeguarsi alla legge di stabilità 2016 art.1 co.901. La normativa entrata in vigore dallo 01.07. 2016 prevede che i parchimetri per la sosta sulle strisce blu siano dotati dei sistemi utili a favorire il pagamento elettronico ( POS). Come da numerose segnalazioni pervenute da parte dei nostri iscritti, molti parchimetri non sono dotati di tale sistema. Ciò potrebbe giustificare l’inesigibilità del pagamento per la sosta e rendere illegittima l’eventuale multa comminata dagli ausiliari del traffico. Elemento messo in luce, che ha quasi il sapore di una truffa ad opera dei comuni, è il fatto che il cittadino sia quasi costretto a pagare l’eventuale multa in quanto il contributo unificato per il ricorso ammonta a 48 euro, cifra superiore alla multa stessa. Dunque si invitano i cittadini a segnalare all’associazione l’assenza del sistema POS sui parchimetri per la sosta sulle strisce blu con l’invio di foto ed indicazione dell’indirizzo della strada in cui è posto. Ufficio Stampa Asso-consum Marianna...
2016 Progetto “Energia: Diritti a Viva Voce

2016 Progetto “Energia: Diritti a Viva Voce

Prosegue anche nel 2016 il progetto “ENERGIA: DIRITTI A VIVA VOCE”. Grazie al finanziamento dell’Autorità per l’Energia Elettrica il Gas ed il Servizio Idrico ed alla collaborazione di 17 Associazioni dei Consumatori nel 2016 sono stati attivati 26 sportelli su tutto il territorio nazionale. Già 3.182 consumatori si sono rivolti agli sportelli. e di questi 2.333 per informazioni o assistenza in relazione al mercato libero. I problemi principali restano quelli legati alla fatturazione con ben 1.299 utenti che hanno richiesto assistenza, poco meno del 50% dei contatti totali. Un dato significativo che sottolinea l’esigenza di una maggior trasparenza da parte delle aziende e di una maggiore consapevolezza da parte dei cittadini. Proprio attraverso l’attività di informazione e consulenza, il progetto ENERGIA: DIRITTI A VIVA VOCE vuole rendere i consumatori sempre più informati e consapevoli in un mercato dell’energia e del gas sempre più competitivo, con l’obiettivo di realizzare risparmio in bolletta e per...
Siae: anche Asso-consum chiede liberalizzazione mercato

Siae: anche Asso-consum chiede liberalizzazione mercato

Siae: anche Asso-consum chiede liberalizzazione mercato 4 luglio 2016 L’Asso-consum, associazione per la difesa dei consumatori degli utenti e dei cittadini, componente CNCU, si dichiara favorevole alla liberalizzazione del mercato del copyright. La Siae, società italiana degli autori e degli editori, ha beneficiato di un solido monopolio fin dal 1882. Monopolio che, ad oggi, è sinonimo di inefficienza e arricchimento indebito esclusivamente del direttore generale e dei 44 dirigenti di punta. I numeri compongono un prospetto chiaro ed eloquente: 87 milioni di euro per 1.200 dipendenti, 524 milioni di incassi, 764 milioni di euro di debiti per diritti non distribuiti, stipendi, per i 44 dirigenti, che vanno dai 79mila ai 409 mila euro. Cifra quest’ultima che supera di gran lunga il tetto massimo fissato per i manager pubblici. L’ente, inoltre, sembra violare anche gli obblighi di trasparenza e anticorruzione: gli ultimi dati consultabili pubblicamente risalgono al 2014, dati, per altro confusionari e poco chiari. E’ ora di un cambiamento forte e radicale. “E’ un ente elefantiaco” aggiunge il presidente Aldo Perrotta” non serve a nulla se non a rimpinguare le tasche dei suoi dirigenti! E il ministro come sempre dorme! Vergogna!” Ufficio stampa...
Ancora sulle Banche: il sostegno di Asso-consum ai risparmiatori

Ancora sulle Banche: il sostegno di Asso-consum ai risparmiatori

Ancora sulle Banche: il sostegno di Asso-consum ai risparmiatori 1 luglio 2016   L’Asso-consum, associazione per la difesa dei consumatori degli utenti e dei cittadini, componente CNCU, è attiva sulla questione delle banche fin da ottobre 2015 con esposti e operazioni a sostegno dei cittadini lesi. Pertanto e in prosieguo di tale impegno, l’associazione alla luce dell’approvazione del decreto legge sulle banche, invita i cittadini, gli obbligazionisti e risparmiatori rimasti stretti nel famoso decreto “salvabanche” – Banca Etruria, Caricheti, Banca Marche, Carife -, a rivolgersi ai legali Asso-consum per assistenza al recupero immediato dei propri risparmi. Ufficio...